LA STRATEGIA HR

LA STRATEGIA HR

Una delle maggiori Organizzazioni Internazionali operanti del Mercato Costumer Electronics ha affidato a TQ il compito di progettare e condurre una giornata di lavoro con gli appartenenti alla Direzione Risorse Umane.
Obiettivo del workshop è stato la visualizzazione dello scenario strategico che attende la Direzione dei prossimi dodici mesi. La metodologia MAPPS® ha permesso ai partecipanti di condividere i punti di vista sulle sfide future attraverso un confronto costruttivo sugli strumenti e le leve adeguate per raggiungere gli obiettivi prefissati.
Il lavoro di gruppo si è concretizzato nella costruzione di una mappa collettiva che rappresenta le tappe fondamentali del percorso di cambiamento in cui è inserita la Direzione, gli ostacoli e le minacce che si possono presentare, le competenze da acquisire e i processi da attivare per risolvere le situazioni di difficoltà. La discussione finale ha infine permesso di identificare un set di action point e di elementi chiave su cui lavorare da subito per dare seguito ai principi condivisi.

DALLA ROADMAP AI PIANI D’AZIONE

DALLA ROADMAP AI PIANI D’AZIONE

TQ ha affiancato uno dei principali istituti di credito svizzeri nella progettazione ed erogazione di un ciclo di workshop MAPPS dedicato ai membri del nuovo gruppo Process Innovation. I due incontri hanno accompagnato i partecipanti nella comprensione delle dinamiche di cambiamento, nell’identificazione degli strumenti necessari per ricoprire efficacemente il proprio ruolo e nella costruzione di un action plan puntuale e immediatamente praticabile per sviluppare le competenze organizzative richieste.

Nel mese di aprile una giornata di lavoro ha permesso al gruppo di costruire una road map condivisa attraverso cui definire i propri obiettivi a medio e lungo termine e identificare i passaggi cruciali per consolidare le relazioni all’interno e all’esterno dell’Organizzazione. L’esercizio di visioning ha dotato i partecipanti dei punti di riferimento cui affidarsi nello svolgimento della quotidianità lavorativa.
A 6 mesi di distanza dal primo incontro, alla luce di una prima revisione dei risultati ottenuti, un secondo workshop ha ripreso l’impostazione del percorso per mettere a fuoco e approfondire alcuni temi organizzativi ancora da consolidare e identificare un set di azioni concrete necessarie al completamento della road map.
Il follow-up del workshop MAPPS, attraverso una sequenza di esercizi individuali e di gruppo e discussioni in plenaria, ha facilitato un’assunzione di responsabilità individuale su specifiche aree di sviluppo organizzativo integrando così la visione disegnata in aprile.
I risultati di ogni incontro sono stati sintetizzati in un report che fornisce ai partecipanti una guida del percorso che il gruppo ha deciso di intraprendere.

ORIENTARSI VERSO IL LAVORO

ORIENTARSI VERSO IL LAVORO

SUPSI – Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana ha sperimentato l’utilizzo di MAPPS® all’interno del Master of Science in Business Administration.

Gli studenti del primo e del secondo anno hanno trascorso una giornata a rappresentare il proprio percorso di studi in forma di road map. In questo esercizio di mappatura delle competenze individuali e di gruppo i partecipanti sono stati guidati da Raffaella Delcò, psicologa ATP-FSP, e da me.
Le due giornate di workshop hanno avuto luogo in coincidenza con l’avvio delle lezioni, per consentire agli studenti di sfruttare al meglio le caratteristiche di MAPPS® e ottenere uno strumento di orientamento e guida che verrà utilizzato durante l’intero anno accademico.
A differenza di quello italiano, il sistema universitario elvetico prevede una distinzione tra università professionalizzanti e università generaliste. La prossimità della SUPSI alle organizzazioni d’impresa impone quindi al corpo docente una particolare attenzione verso le dinamiche attuali e imminenti del mercato del lavoro.
La partecipazione al workshop dei responsabili del master ha garantito ai temi discussi grande concretezza e coerenza: l’immagine che ha guidato i lavori è stata quella della bussola, uno strumento semplice ed efficace, che sconta un certo grado di approssimazione (dovuta all’oscillazione perpetua dell’ago) ma garantisce un risultato particolarmente prezioso per un gruppo di giovani: orienta tutti nella medesima direzione e consente a ognuno di sapere con esattezza dove sta andando.
Grazie all’approccio sistemico che sostiene l’intera metodologia, MAPPS® ha consentito agli studenti di riconoscere il legame tra le competenze che verranno sviluppate a lezione e le esigenze espresse dalle aziende che assumono. La mappa conclusiva, come sempre realizzata collettivamente dai partecipanti, ha permesso di giungere a una condivisione profonda degli obiettivi formativi. Inoltre, nel corso degli esercizi individuali che hanno condotto alla elaborazione della mappa collettiva, ogni studente ha potuto riconoscere le priorità individuali e gli elementi che maggiormente ostacoleranno il percorso di studi.
La sperimentazione ha offerto risultati incoraggianti: SUPSI prevede di impiegare MAPPS® anche in altre occasioni.

APPRENDIMENTO ORGANIZZATIVO

APPRENDIMENTO ORGANIZZATIVO

Ogni processo di change management è spesso accompagnato da sentimenti di incertezza, difficoltà della comunicazione e confusione dei ruoli, può trasformarsi però in una formidabile occasione di apprendimento organizzativo.

Attraverso una giornata di workshop condotto con la metodologia mapps® una società leader nei servizi finanziari ha voluto condividere la direzione e gli obiettivi che la nuova struttura deve perseguire.

Definire insieme il percorso del cambiamento è il modo più efficace per fare tesoro delle esperienze e punti di vista individuali e promuovere un’assunzione di responsabilità diffusa rispetto alle scelte organizzative.

La metodologia MAPPS® ha permesso ai partecipanti di muoversi dal piano individuale a quello organizzativo, prefigurando le nuove prospettive e facilitando l’individuazione delle sfide future non come momenti astratti, avulsi dal contesto, bensì come una road map immediatamente praticabile.

Un set di principi guida e di azioni concrete, un rinnovato coinvolgimento dei partecipanti e la costruzione di nuove relazioni di fiducia sono gli strumenti di cui si è dotata l’Organizzazione per affrontare le difficoltà del cambiamento, la necessità di abbandonare pratiche e procedure consolidate e i rischi implicati dall’affrontare uno scenario sconosciuto.